“Io credo nell’essere forti quando tutto sembra andare male.
Io credo che le ragazze felici siano le più carine,
Io credo che domani sarà un altro giorno,”

Audrey Hepburn

Buongiorno amiche “curvy”,

oggi voglio parlarvi delle donne “speciali”, donne che nonostante il dolore, gli interventi e le terapie oncologiche sanno ancora sorridere alla vita. Sono quelle donne che riescono a cercare la propria felicità godendo di ogni minuto, con la consapevolezza ma soprattutto la speranza che domani sarà un altro giorno, magari migliore.

In questi giorni sono stata invitata a Roma all’inaugurazione dell’ Acaia Medical Center, il nuovo studio polimedico specializzato in medicina estetica e prevenzione di Carmela, Mara, Michele Pisano con Caterina Pasqua e di un team di autorevoli professionisti. La loro missione è di trasportare le pazienti nel mondo della bellezza,  del benessere e della salute per una maggiore autostima e per il miglioramento della qualità di vita globale.  Il centro è rivolto,  a quelle pazienti che dopo una malattia hanno avuto degli effetti collaterali sul loro fisico, che possono avere ripercussioni anche sulla propria sicurezza e sulla femminiltà.

Nel 2016 nel nostro Paese sono stati registrati 50.200 nuovi casi di cancro del seno, 8.200 del corpo dell’utero e 5.200 dell’ovaio. La qualità di vita delle pazienti oncologiche è ancora trascurata. Gli stessi clinici, infatti, spesso non affrontano questi aspetti e solo il 10% delle donne ne parla con il medico.

Atrofia vaginale, incontinenza, difficoltà o impossibilità di avere rapporti sessuali sono solo alcune delle conseguenze più frequenti del trattamento dei tumori femminili con ormonoterapia, chemioterapia e radioterapia. A Marzo 2017 è stato avviato il progetto ‘Femilift’ per sensibilizzare clinici e malate sull’impatto dei disturbi post trattamento dei tumori femminili e sulle opzioni efficaci per risolvere queste condizioni che compromettono le relazioni sociali. In questo centro, Acaia Medical Center, grazie alla laser terapia questi disturbi si riescono a curare. Il domani, grazie anche ai continui studi dei nostri ricercatori potrà sicuramente essere migliore.

Care amiche, voglio ricordarvi l’adozione di stili di vita sani, questi riducono l’insorgere di malattie, quindi cercate di limitare il fumo, fate il più possibile attività fisica e mantenete una sana e corretta alimentazione.

Per chi volesse saperne di più: www.acaiamedical.it

Photo by VITTORIO CARFAGNA
Abiti ELENA MIRO’
Makeup TERRY SANTARELLI
Hairstyle SILVIO LUCIANI
Coordinatore di immagine EDUARDO TASCA