Ciao amiche curvy,

ve l’ho già detto che è arrivata la primavera? Marzo è stato un po’ “pazzerello“, come dice una vecchia filastrocca, ma per fortuna è terminata. Insomma, l’augurio è che il mese appena iniziato porti un po’ di sole e tutti i colori tipici di questa stagione.

Oggi è proprio di colori che vi voglio parlare! In generale, io li amo un po’ tutti, ma quelli che proprio mi fanno impazzire, sono le delicate tinte primaverili della gamma pastello, come il femminile pink dei peschi in fiore! È proprio la sfumatura che fa esclamare “it’s a girl!” e, forse, è anche il motivo per il quale è un colore “difficile” da indossare: è dietro l’angolo l’effetto confetto!

Una buona soluzione per portarlo è quella di abbinarlo al bianco e a forme decise. In ogni caso, rimanendo sulle sfumature dei rosa, ed escludendo l’intramontabile fucsia, che con una bella chioma bionda potrebbe dare un effetto Barbie, direi che la sfumatura più adatta al guardaroba di tutte le donne, sia senza dubbio il rosa antico: classico, elegante, mai sfacciato e mai fuori moda!
Restando sulle tinte pastello della primavera, se il rosa fa femminuccia, l’azzurro fa maschietto e valgono gli stessi consigli… anche se una bella camicia azzurra non può mancare nel guardaroba di uomini e donne! Per il resto, preferisco utilizzare le tinte del blu scuro o del più sfacciato blu elettrico, per passare al più classico navy (in questo periodo, una bella magliettina alla “marinaretta”, con le maniche a tre quarti a righe bianche e blu, è “la morte sua”).
Saltando le tinte dei verdi, che a mio avviso spesso ”sbattono” se si ha un incarnato chiaro, arriviamo al più complesso arancione! Quest’ultimo, lo so, non è sempre facile, soprattutto perché spesso è proposto nelle tonalità fluo che, a volte, ricordano i coni della segnaletica stradale, ma che abbinato con il nero può dare un carattere molto sofisticato e sicuramente ravviva e da energia a chi tende ad avere poca presenza scenica. Un colore, che era praticamente stato tagliato fuori dopo la fine dei sgargianti anni ottanta, ma che negli ultimi anni è stato riscoperto, è il giallo, allegro e fresco e sicuramente adatto alle more! Noto che, pian piano, questa tinta sta superando anche i dubbi delle più scettiche, donando al guardaroba vivacità e rompendo il solito tram tram dei “più facili” bianchi, neri e grigi”. Io, in particolare, amo una versione un po’ più “carica“, che si allontani dal classico limone e guardi più al “campo di girasoli”, ma come bionda, mi rendo conto che l’abbinamento non è sempre facile.
Per quanto riguarda il viola,tanto bistrattato nel mondo dello spettacolo,non è un colore primaverile, ma il lilla e il suo amico indaco,compaiono spesso anche nelle collezioni primavera/estate: questi colori non mi dispiacciono affatto… e ,nonostante sia anche io un po’scaramantica, amo indossarli…….

Photo by  GIANMARCO CHIEREGATO, MAURIZIO D’AVANZO, VITTORIO CARFAGNA, MARINETTA SAGLIO