Dopo Natale, la Pasqua è una delle feste più importanti dell’anno da condividere in famiglia, anche se il detto recita “Natale con i tuoi e Pasqua con chi vuoi!”

Nel mondo intero la Pasqua è rappresentata simbolicamente dall’uovo, che sia vero, colorato o di cioccolato.. L’uovo è simbolo della vita che si rinnova, tanto che già al tempo del paganesimo in alcune credenze Cielo e Terra erano considerati come due metà dello stesso uovo. In questo senso, quindi, le uova simboleggiavano il ritorno alla vita, la rinascita e l’inizio della primavera.

Nella tradizione cristiana le uova rappresentano la resurrezione di Cristo e la leggenda narra che Maria Maddalena, tornando dal Santo Sepolcro rimasto vuoto, s’imbattesse in Pietro che, le disse: “Ti crederò solo se le uova che porti nel cestello si coloreranno di rosso”. A quel punto le uova diventarono rosse… Ed è da questa leggenda che deriva e giunge fino a noi l’usanza di colorare le uova durante la Pasqua.

La Pasqua per i bambini significa soprattutto uova di cioccolato (in realtà è così anche per gli adulti, ma dopo anni e anni di conseguenze dovute all’abuso di questa sostanza “stupefacente, diamo la colpa ai bambini): golosissime da mangiare ed emozionanti per la sorpresa che contengono. E anche quest’anno le aziende dolciarie hanno personalizzato le uova e le sorprese con i personaggi più amati dai piccoli: a partire da Elsa, Spiderman, Star Wars, Masha e Orso, Peppa Pig, Barbie, L’era glaciale…

Ma… diciamoci la verità, anche io non vedo l’ora arrivi la Pasqua, e anche io aspetto e non vedo l’ora di ricevere l’uovo che, come ogni anno mio marito mi regalerà (o come ogni anno farò capire che mi piacciono le sorprese…). A qualsiasi età l’emozione di rompere quell’oggetto perfetto e straordinario, nato proprio per essere aperto, è irresistibile.  “Non è il regalo che conta, ma è il pensiero”, è una delle frasi più giuste che siano mai state dette, ma a noi piacciono entrambe le cose!

Quindi mie care amiche curvy, a chi amate, a chi volete bene, qualsiasi età abbiate voi o la persona cara, donate loro un uovo di Pasqua. Se poi sono amiche o nonne a dieta… anche un uovo finto e colorato può bastare!

In ogni caso c’è da dire che studi scientifici confermano che i benefici del cioccolato sono molteplici.  Anche l’umore ne trae giovamento, il cacao contiene infatti il cosiddetto “ormone della felicità”. Per questa Pasqua il mio motto è “W il cioccolato”!!!… con moderazione!