Care amiche Curvy,

la sera del 22 marzo ho avuto l’onore e il piacere di essere ospite all’evento di presentazione di “Le ho provate tutte – storie di diete e di insuccessi“, libro d’esordio di Patrizia Caldonazzo, arricchito dalla prefazione di Catena Fiorello ed edito da Undici Edizioni.

L’onore per me e’ stato il fatto di essere stata accanto alla mia amica Papy (la chiamiamo cosi), conosciuta quando eravamo ragazzine e con la quale ho condiviso bei momenti di spensieratezza. Accanto a lei durante un momento significativo ed importante della sua vita. Presentare una creazione editoriale non e’ da tutti i giorni e non da tutti.  La storia che Papy ci racconta e’ una storia, una sorta di diario, è la scusa che Patrizia usa per raccontare, attraverso il passaggio da dieta in dieta, una vicenda di crescita e maturazione personale. Nel suo percorso personale Papy realizza che il vero obbiettivo non è il raggiungimento di un numero, mero indice di peso corporeo, ma la ben più’ importante accettazione di se’, del proprio essere e del proprio corpo: imparare ad amarsi, accettarsi e valorizzarsi. Patrizia affronta con sensibilità, ironia e leggerezza un argomento troppo spesso causa di dolore per moltissime donne. Insomma Patrizia Caldonazzo e’ un po’ tutte noi, un po’ tutte le donne che, almeno una volta nella vita hanno provato a mettersi a dieta e, ugualmente, hanno fallito.

La sua “marcia in più” è quella di essere arrivata alla consapevolezza che, certe scelte, possono anche essere nocive per la salute e che, certi obbiettivi, sono semplicemente impossibili e innaturali da raggiungere:

ogni fisicità’ va apprezzata e preservata per quel che e’, messaggio questo che spesso ripeto nel nostro blog Curvyjade. E’ importante amare se stessi per come si e’, con tutti i difetti e le peculiarità’ che rendono ognuna di noi unica e diversa dalla massa. L’accettazione di noi stesse e’ la giusta via per aumentare la nostra autostima e conseguentemente volerci più’ bene. E’ un lungo percorso, tortuoso e spesso in salita, ma dobbiamo crederci e affidarci di più’ alle nostre capacita’ di donna, che sin dall’origine dimostrano la nostra forza e la nostra caparbietà’ nell’ottenere cio’ che vogliamo, se realmente ci teniamo.

Vi abbraccio tutte virtualmente e vi inoltro tutti miei curvybaci, ricordandovi che se volete rilassarvi con qualche sorriso, immergendovi in una lettura piacevole e ,perché’ no, a tratti autobiografica ( per chi legge), beh, “Le ho provate tutte” allora fa per voi.

Brava Papy!